lunedì 4 giugno 2012

L'apocalisse delle scimmie di Romano Scavolini


Ho sentito parlare per la prima volta di questo film nel lontano 2005, sul set di Bad brains, il primo film che ho scritto. Due dei protagonisti di Bad Brains, Emanuele Cerman (attore e produttore) e Valeria Sannino stavano girando insieme, ma in episodi diversi, ne L'Apocalisse delle scimmie di Romano Scavolini.
Ad oggi il film non è ancora uscito. Mi ero quasi dimenticato di questa misteriosa pellicola ma uno di questi giorni ho scritto il titolo su youtube e tac... due trailer. Mi è tornata la voglia matta di vederlo.
Le notizie sul web sono poche e tutte dicono più o meno le stesse cose. Pare che ci sia da aspettare ancora tanto.
Romano Scavolini ha lasciato il segno nel mondo dell'Horror/Splatter per il successo che ebbe in America nel 1981 con Nightmare in a damaged brain, cult movie super censurato. Attualmente è in post produzione con Two Days, interessante film con Randy Molnar e Julie Anne, interamente girato in America.
Riguardo L'Apocalisse delle scimmie Romano Scavolini scrive sulla sua pagina facebook: si tratta di un film diviso in tre volumi - li chiamo volumi per spiazzare chiunque pensi ad un film in termini tradizionali. Ogni volume dura circa 2 ore .. e quando uscirà sarà distribuito e visto come un unico “evento" con delle pause di un'ora fra un volume e l'altro. Essendo un'operazione filmica radicalmente diversa da come si intende oggi il consumo cinematografico non prevedo nessuna data di scadenza e quindi di uscita. Il film non è legato al mercato, non ha una sua collocazione nell'ambito della distribuzione cinematografica anzi, mi sono già stati offerti degli "spazi" che non sono cinema ma musei d'arte moderna, palazzi d'esposizione eccetera oppure teatri con spazi di fruizione alternativi rispetto ai teatri con l'architettura tradizionale.
In un'intervista di Elisa Schianchi afferma: è un film che sarà angosciante vedere, che farà male. Ma si dovrà guardare perché riguarda ciascuno di noi. Ecco perché è sulla violenza. Ma anche sull'amore. Sull'amore attraverso la morte e la distruzione.
I trailer sono angoscianti. Vedere per credere.


Nessun commento:

Posta un commento