lunedì 1 agosto 2011

Devil di John Erick Dowdle


Cinque sconosciuti, tre uomini e due donne, si ritrovano bloccati all’interno di un ascensore di un grattacielo. Il reparto di sicurezza del grattacielo interviene calmando i cinque occupanti che vedono con videocamere collegate all’ascensore e promettendo loro un intervento rapido e efficace. Ma qualcosa di oscuro ferma in ogni modo gli aiuti. Nell’ascensore va via la luce e quando ritorna, uno di cinque è morto. C’è un disegno ben preciso in tutti gli avvenimenti misteriosi che si succedono e qualcosa di oscuro è fra di loro.
Non male davvero questo Devil. Ottimo il lavoro di sceneggiatura da parte di Brian Nelson (30 giorni di buio) che sviluppa un soggetto di M. Night Shyamalan in maniera semplice ma eccellente. Buona anche la regia di John Erick Dowdle (Quarantena) che costruisce una pellicola fatta di attese ben congeniate. Sappiamo che uno dei cinque è il diavolo, suggerito dal titolo e dagli eventi, e questo rende ancora di più partecipe lo spettatore nello scorrere la pellicola. Bello il finale, grazie anche all’ottimo lavoro di sceneggiatura. 80 minuti di film vero, che non deludono.

Nessun commento:

Posta un commento