mercoledì 8 giugno 2011

Malefique di Eric Vallette

Un imprenditore viene rinchiuso in carcere per loschi affari. Viene assegnato a una cella che ospita altri tre elementi, un trans con problemi d’identità, un fuori di testa che mangia tutto quello che trova, dentro per aver mangiato la sorella e un ex professore che ha ammazzato la moglie. Un giorno l’imprenditore trova dietro un mattone, per puro caso, un diario pieno di simboli e testi che all’apparenza sembrano formule magiche. I quattro scoprono che il diario apparteneva a un carcerato che era riuscito a evadere grazie alle formule presenti in esso e a svanire nel nulla. I detenuti decidono di usare il diario per evadere dal carcere.
Malifique è senza dubbio un horror molto interessante oltre ad essere girato e strutturato bene. Essendo un film del 2002 può essere considerato una sorta di precursore del movimento horror francese. Alta tensione, Calvaire, The Horde per citarne solo alcuni sono arrivati tutti dopo.
Tutto ambientato all’interno di una cella di un carcere, Malefique ha nei suoi punti di forza i dialoghi, sopra le righe e molto curati, personaggi caratterizzati ottimamente e, nonostante sia girato all’interno di un’unica location non annoia mai. Infatti, lode al regista e allo sceneggiatore, in questa pellicola non sai mai cosa aspettarti e quello che succede non te l’aspettavi. Si perde un po’ nel finale, comunque godibile. Malefique è un horror di tutto rispetto, strano, misterioso, grottesco, claustrofobico, lovecraftiano… da vedere.

mercoledì 1 giugno 2011

Hard Candy di David Slade

Hayley Stark è una ragazza di 14 anni. Come tanti adolescenti ama frequentare le chat ed è proprio mentre chatta che conosce il trentenne fotografo Jeff. Dopo giornate di chat, Jeff e Hayley s’incontrano di persona, dandosi appuntamento in un noto locale. Il fotografo si dimostra molto gentile con lei e la invita a casa sua. La ragazzina si dimostra particolarmente intraprendente, accetta alcolici, è curiosa del lavoro di Jeff tanto da farsi fotografare. La storia prende tutta una via diversa da quella che si poteva pensare. La ragazza stordisce il fotografo con una droga e inizia a torturarlo fisicamente e psicologicamente. Tutte le mosse di questa moderna Cappuccetto Rosso (Hayley indossa una felpa rossa con cappuccio) hanno un preciso fine che verrà svelato con il passare del tempo e nel finale. C’è uno sconvolgente scambio di ruoli: Cappuccetto Rosso diventa carnefice e il lupo (Jeff) la vittima.
Hard Candy è un thriller del 2005 diretto da David Slade. Il film non è mai uscito nelle sale italiane ma solo a noleggio tre anni dopo grazie alla
01 Distribution. La pellicola è stata molto apprezzata vincendo diversi premi, uno dei quali vinto da Ellen Page (la protagonista) come miglior attrice al Austin Film Critics Awards nel 2006. Ellen Page, in Hard Candy è davvero perfetta. Il film è curioso e, escludendo la parte iniziale girata in un locale, il resto del film è tutto girato nella casa del fotografo. Inoltre, a parte la comparsa di altri due personaggi, gli interpreti sono due, Ellen Page nella parte di Hayley e Patrick Wilson nella parte di Jeff. Nonostante una sola location e due attori la storia non è mai noiosa. Gli attori, bravissimi, calati perfettamente nella parte. La sceneggiatura regge fino alla fine con un crescendo di tensione e spiazza in alcune scene. Merita la visione e avrebbe meritato di più se si pensa che si vedono certi abomini al cinema!